Nuova banconota da 5 euro: introduzione dal 2 maggio

nuova banconota da 5 euroNuova banconota da 5 euro: sono stati stabiliti i tempi per l’emissione della nuova banconota da 5 euro, che gradualmente sostituirà la vecchia. Ecco come riconoscerla e come verrà distribuita nel circuito italiano da parte della Zecca di Stato.

Nuova banconota da 5 euro: come verrà distribuita? Come sarà la nuova banconota da 5 euro?

La nuova banconota da 5 euro si inserisce nella serie di nuove banconote nate per scongiurare i rischi di contraffazione. Si parte quindi con le 5 euro, arrivando poi gradualmente a tutti i tagli della moneta unica. La distribuzione sarà capillare e partirà il 2 Maggio 2013. Come inizierà? E’ molto semplice. Come ben sapete, le banconote prima o poi si usurano: a questo punto, ci pensa la Zecca di Stato, accanto ai vari enti (Poste e banche) a recuperare le vecchie banconote e ad inserire nel circuito la nuova banconota da 5 euro. La nuova banconota da 5 euro verrà prodotta in base alle vecchie banconote ritirate e mano a mano, senza quasi accorgersene, gli italiani si troveranno in tasca il nuovo taglio. Riconoscerla è facile grazie ai segnali che seguono la regola vedere-toccare-muovere, utilizzata per evitare la contraffazione.

nuova banconota da 5 euro

Per esempio, le immagini più importanti (quelle che riguardano la cifra, le iscrizioni e il monumento alle spalle) sono in rilievo e sono chiaramente riconoscibili al tatto. In più, la novità più importante è Europa: il ritratto della mitica figura greca è a lato e in controluce. Ultima chicca è il numero riportato sulla nuova banconota da 5 euro: sia davanti che da dietro, mettendola in controluce, il numero sarà verde smeraldo, in modo da rendere difficilissima l’imitazione. Prepariamoci quindi a veder cambiare una delle banconote più diffuse a causa della grave crisi economica in cui ci troviamo con la nuova banconota da 5 euro.

La nuova banconota da 5 euro in tasca agli italiani

Le nuove linee guida dell’Unione Europea per la nuova banconota da 5 euro saranno la base per la diffusione degli altri tagli. Agli italiani non resta che aspettare la nuova banconota da 5 euro e vedere se davvero questo sistema scoraggerà chi intende diffondere monete false in giro con la speranza di farla franca e di creare un grave danno all’Economia reale prima che a quella europea.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.