Mobile Banking: i conti online sono sicuri

banche onlineSono sempre di più gli italiani che decidono di aprire un conto in banca online per gestire i propri risparmi. Oltre 16,6 milioni, vale a dire il 57% dei titolari di un conto bancario. Cifre che continuano a crescere mese dopo mese, grazie al boom tecnologico e telematico che la vita quotidiana di ognuno di noi sta attraversando e alle comodità che la rete offre in quanto a dinamiche, tempistiche e velocità. Anche a livello di convenienza, un conto corrente online ha costi di apertura e gestione inferiori del 50% rispetto a un conto normale, come anche un tasso d’interesse più alto, che fa fruttare ancora di più i propri risparmi. Per aprire un conto corrente in banca basta seguire le istruzioni sul sito dell’istituto scelto, ad esempio HelloBank!, ma sarà sicuramente un’operazione facile e veloce che non richiederà di andare in filiale.

Aprire un conto online è sicuramente conveniente, ma il dubbio che ancora molte persone si pongono è sulla sicurezza di queste banche. Internet viene visto con un universo parallelo dove trovare tutto, ma dove la protezione dei dati e dei propri averi non è al top della prestazione. Eppure, andando a vedere tutto quello che serve per aprire un conto online e informandosi meglio, ci si rende conto che le possibilità di proteggere i propri dati bancari e i propri risparmi non sono da meno rispetto alla sicurezza di un conto in banca più tradizionale.

Innanzi tutto, le varie app che consentono di accedere al proprio conto bancario da qualsiasi smartphone, tablet o computer connesso a internet permettono al cliente di tenere costantemente sott’occhio il proprio conto bancario, in qualsiasi giorno e in qualsiasi momento, permettendogli così di controllare che sia sempre tutto in regola. Eliminando file agli sportelli, lunghi estratti conto e il problema degli orari di chiusura, il collegamento con il proprio conto corrente e la propria banca è diretto e costante. Potrebbe essere argomentato che, proprio perché le app sono costantemente connesse al proprio conto, chiunque si impossessi del nostro smartphone o tablet può accedervi e compiere movimenti bancari. Ma non è esattamente così.

Il log in viene costantemente richiesto anche dalle app, che abbandonano spontaneamente un account dopo un determinato lasso di tempo in cui non è attivo. Questo comporta che per accedervi bisogna ogni volta inserire il proprio codice cliente e la propria password, che ovviamente è bene non salvare nei bookmark.
Inoltre, come un fortino a più livelli di difesa, anche il vostro conto non è del tutto accessibile una volta immessi tali dati. Ogni operazione che prevede l’uscita di soldi dal proprio conto è infatti sottoposta alla richiesta di una password temporanea, ottenibile solo ed esclusivamente con un dispositivo token, che genera codici temporanei e a scadenza, richiesti per autorizzare ogni singola operazione. Cʼè anche la possibilità di ricevere i codici sul proprio smartphone, così da dover attraversare un ulteriore step di controllo.
Inoltre, quasi tutte le banche online prevedono l’uso di un pin pad per digitare i propri codici, ovvero un tastierino che appare sullo schermo del computer e che salvaguarda il cliente da virus che memorizzano i codici digitati sulla propria tastiera tradizionale. Sempre sulla stessa scia è il concetto di SMS alert. Cʼè infatti la possibilità di ricevere un SMS di notifica di ogni operazione avvenuta sul proprio conto, così da tenere sempre sotto controllo ogni movimento avvenuto e poter subito individuare transazioni non autorizzate. Si tratta di un servizio davvero molto utile, che risparmia molte preoccupazioni e un controllo maniacale del proprio conto in banca.
Inoltre, ogni banca offre un piccolo vademecum su come proteggere al massimo il proprio conto online, illustrando al correntista tutti i servizi di sicurezza offerti e come utilizzarli. Fatevi quindi consigliare dalla vostra banca, che oltretutto vi offrirà un’assistenza costante, 7 giorni su 7 e 24 ore su 24.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.