Le 5 regole per non fallire nella Borsa Italiana

BorsaInvestire in Borsa è un’attività che sta riscuotendo sempre più attenzione in questi anni. Infatti, sono sempre di più le persone che si stanno interessando ad investire nella Borsa italiana, anche nota come Piazza Affari (sede a Milano). I motivi per iniziare ad investire nei titoli azionari sono tra i più disparati:

  • Voglia di investire personalmente i propri risparmi
  • Cercare di crearsi un’entrata mensile extra
  • Diventare un trader professionista
  • Voglia di rimettersi in gioco in un nuovo settore dell’economia

A seconda della propria situazione ovviamente, cambia il motivo che ci spinge ad investire nella Borsa italiana ma indipendentemente da qeusto, tutti i trader che comprano e vendono titoli azionari hanno un solo obiettivo: guadagnare con la Borsa.

Se vi siete appena avvicinati al mondo della Borsa italiana e del trading di titoli azionari, vi consigliamo di leggere questi cinque consigli su come non perdere soldi in Borsa nei vostri primi mesi di trading.

1) Guadagni e Profitti, due facce della stessa medaglia

Uno dei concetti più importanti dell’investire in azioni, che spesso è anche quello più difficile da mettere in pratica per i trader alle prime armi, è proprio questo: se comprate e vendete titoli azionari, è normale incappare in delle perdite: guadagni e perdite, come si suol dire, “fanno parte del gioco”. Se investite in Borsa, dovete ovviamente puntare a guadagnare; ma dovete anche aspettarvi delle perdite.

Già, delle perdite. Dopotutto, nessuno è infallibile: non esiste trader al mondo che non abbia subito delle perdite e non esiste nessuna strategia di trading al mondo per investire in Borsa che sia perfetta al 100%. Un errore comune che molti trader principianti commettono è il seguente: voler eliminare le perdite. Questo però è impossibile: prima o poi, chiunque sbaglierà un’operazione di trading online.

Il trucco non è evitare di subire perdite, e di fare solamente guadagni ma è quello di limitare le perdite, puntando ad amplificare i guadagni.

Dovete accettare il fattore perdite: l’importante è che riusciate a guadagnare di più di quello che perdete. Se su 10 operazioni, per esempio, ne sbagliate 2 o 3, ma ne vincete 7, molto probabilmente vi ritroverete ancora in profitto. Nonostante le perdite che avete subito.

Saper accettare le perdite inoltre, può aiutarvi molto a livello psicologico. Ci sono trader che comprano titoli azionari perché prevedono un rialzo, poi magari in realtà avviene un ribasso, ma anziché vendere subito i titoli azionari (e accusare una perdita lieve), decidono di aspettare quel rialzo che però non arriverà in tempi brevi.

2) Seguire sempre una strategia

Può sembrare scontato, ma molti spesso se lo dimenticano: bisogna sempre avere una strategia di trading. E, cosa più importante, bisogna sempre seguirla. Investire nella Borsa italiana allo sbaraglio, senza una strategia di investimento, ma andando ad “intuito”, può causare solo danni (e perdite). Una strategia di trading è come una mappa: se la mappa vi dice quando dovete svoltare, e in che direzione, la strategia di trading vi dice quando investire, e se farlo al rialzo oppure al ribasso.

Di strategie di trading per comprare e vendere titoli azionari ve ne sono a bizzeffe: basta fare una rapida ricerca su Google, e i risultati sono praticamente infiniti. Vi sono anche libri, così come corsi, che insegnano differenti strategie di trading online: la cosa importante è averne una e seguirla alla lettera, specialmente se avete appena iniziato a fare trading online.

Quando si investe in Borsa infatti, non vi è solo il rischio legato all’investimento fatto, ma vi è anche quello emotivo/psicologico. Quando comprate e vendete titoli azionari, state investendo i vostri soldi i quali possono portarvi ad un guadagno, ma anche da una perdita. E quando ci sono i soldi e le emozioni di mezzo la nostra mente va in tilt se non siamo abituati ad investire.

Le emozioni rischiano di giocarci brutti scherzi: comprare ora, o dopo? E’ il momento di vendere, o dovrei aspettare? E se poi sbaglio e perdo denaro? Conviene aspettare e chiudere dopo la posizione per guadagnare di più? Tutte domande che possono balenare nella nostra mente quando si investe in Borsa.

Trattasi di dubbi, che possono seriamente destabilizzare il nostro operato in borsa. Se seguiamo le emozioni, non andremo tanto lontano: le perdite sono assicurate.

Le strategie di trading servono proprio ad eliminare emozioni quali la paura. La strategia di trading è un qualcosa di razionale, pensato ed elaborato a mente lucida, senza emozioni di mezzo. Dovete immaginarle come fossero un libretto di istruzioni: seguitele alla lettera, e non avrete mai problemi con le vostre emozioni.

3) L’importanza di rimanere informati

Ci sono molte persone che si avvicinano all’investire in azioni pensando che richieda poco tempo. Queste sono le stesse persone che pensano che basti investire, magari comprando dei titoli, e poi semplicemente aspettare che il loro valore aumenti. E mentre si aspetta, si può fare quello che si vuole.

Ci spiace deludere queste persone, ma investire in Borsa richiede tempo. E non si parla di minuti ma di giorni. I trader devono rimanere informati sulle ultime notizie di mercato collegate ai titoli azionari che hanno comprato (o che vogliono vendere). E’ sempre bene tenere sotto controllo anche un calendario economico, che riporta proprio il rilascio di dati macroeconomici e report finanziari in grado di influenzare l’andamento dei mercati.

Non finisce qua: un trader deve anche controllare le quotazioni in tempo reale dei titoli azionari che possiede, o che si accinge a comprare. Volete investire nel comparto energetico, magari acquistando titoli azionari della società Enel? Allora dovete assolutamente controllare le quotazioni Enel, così come informarvi sullo stato di salute (economicamente parlando) della società stessa. Solamente tramite l’informazione potrete trovare titoli azionari su cui vale davvero investire, e che possono garantirvi ottimi ritorni.

4) Essere sempre realisti

Sarebbe davvero bello se, investendo in Borsa, si potesse diventare ricchi in poco tempo. Peccato, che non è così: guadagnare con la borsa è possibile, ma richiede tempo e tanta pratica. Non pensate di potere iniziare ad investire nella Borsa italiana senza prima aver studiato i fondamenti del trading online (come analisi fondamentale e tecnica, oltre che l’interpretazione dei grafici che trovate su valoreazioni.com).

Per fare pratica ci vengono incontro i broker che ci offrono account demo per il trading azionario con il quale potete investire in borsa utilizzando soldi virtuali. In questo modo, eviterete di rischiare il vostro capitale, ma potrete simulare operazioni di trading, comprando e vendendo titoli azionari.

Un account demo è utilissimo per fare pratica in borsa, oltre che per testare strategie di trading. Tutti i trader dovrebbero iniziare proprio a fare trading sfruttando questo account, per poi passare ad un account di trading reale ma essere realisti, non significa solamente mettere in conto ore e ore di studio, ma anche pratica.

Essere realisti significa esserlo anche sulle proprie aspettative di guadagno: non pensate di poter raddoppiare il vostro capitale in un solo mese, specialmente se avete appena iniziato ad investire in borsa. Ricordatevi che più volete guadagnare in un breve lasso di tempo, più aumenta il rischio a cui andrete incontro (e per rischio si intende rischio di perdere denaro).

Se invece puntate a guadagnare sul lungo termine, il rischio che dovrete affrontare è minore. Giusto per fare un esempio, già riuscire a guadagnare un 5% (rispetto al totale del capitale che volete investire) ogni mese, è davvero un ottimo risultato (considerando che avete appena iniziato a fare trading online). Infatti, in un anno avrete guadagnato ben il 60% del vostro capitale: se avevate iniziato (per esempio) con €10.000, vi ritroverete ora con €16.000.

Cifra che potrete anche investire di nuovo, mantenendo tranquillamente il vostro target di guadagno al 5%. Adesso però, il capitale a vostra disposizione non è €10.000, ma €16.000: quindi il 5% mensile sarà superiore rispetto a quello che guadagnavate durante il primo anno. Facendo così, passo dopo passo, un trader può davvero raggiungere cifre importanti.

5) Non fate overtrading

Fare overtrading significa avere un’operatività esagerata (qui la definizione tecnica). In altre parole, significa passare troppo tempo a fare trading online. Qualcuno potrebbe dire: “E cosa c’è di male nello spendere più ore ad investire in borsa? Si potranno fare così più guadagni a fine mese!”.

Fare overtrading vuol dire aprire diverse posizioni e questo significa rischiare di subire più perdite del solito.

L’importante è trovare un proprio equilibrio, magari fissando un limite massimo di operazioni che potete fare ogni settimana. Avendo un limite, vi sforzerete di più a considerare le opportunità di investimento che vi capiteranno. Proprio perché sapete che non potete andare oltre un certo numero di operazioni, vi conviene scegliere solo quelle migliori e accantonare le altre meno redditizie.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.