Contomax: quanto costa e quanto rende?

Il conto corrente tradizionale ha i suoi costi purtroppo. Siamo ormai abituati che quando crediamo di risparmiare, ci vengono incluse, pur se a nostro indubbio vantaggio, 2-3 polizze in conto per la nostra sicurezza. Certo, pagare quella ventina di euro periodiche non è nulla ma a quale pro averne 3 sullo stesso conto? Magari, una è connessa all’apertura del rapporto di conto corrente, l’altra invece all’accensione di uno scoperto. E sommate insieme esse solo rappresentano un costo fisso ogni tot mesi. Possiamo rinunciarvi? Di regola, è nostro diritto. Oggi, prenderemo la “palla al balzo” per presentarvi un comodo conto low cost, per chi vuole risparmiare e nel contempo remunerare il capitale: Contomax.

Come funziona Contomax?

Si tratta di un conto corrente a 0 spese.

Quindi, nessuna spesa di apertura e chiusura ma neppure di natura gestionale (il canone conto è azzerato e non azzerabile!)

Potete utilizzare, tutto compreso nelle 0 spese, la carta di pagamento, quella che in gergo conosciamo come carta di debito o bancomat. Non vi sono limiti per pagare con il Pos o via internet

Qualcuno domanderà: Ma qualcosa la si dovrà pur pagare?

Ecco i costi del Contomax:

  • l’imposta di bollo per il 2014 (pari a 34,20 € per giacenze medie annue superiori a 5.000 € e allo 0,20% ove dovuto) per il primo conto corrente a parità di intestazione è a carico della Banca
  • Le spese per le operazioni effettuate. L’offerta prevede 5 prelievi gratuiti in Italia ed in Europa. Riguardo ai bonifici, è gratuito il primo del mese

Controllate le condizioni sintetiche sui costi applicati per Contomax (ecco qui il link) e scegliete il profilo operativo adatto a voi. Ogni profilo operativo prevede un diverso numero di operazioni annuali entro il quale continuano a valere le condizioni suddette.

Il vantaggio della remunerazione senza vincolo

 

Le condizioni viste sopra rendono il conto corrente Contomax tra i più competitivi.

Ma Contomax ha pensato ad un altro vantaggio, appositamente per noi.

Ammettiamo che abbiamo la possibilità di accumulare un piccolo “gruzzoletto” che, di questi tempi è ben gradito. Appunto, le situazioni che stiamo vivendo non ci danno sufficiente sicurezza per farne a meno direttamente, con la consapevolezza che se non si pagherà la penale, normalmente si ritornerà all’irrisorio tasso base. Di solito, è quanto succede con i conti deposito!

Con Contomax no. Lasciamo la somma lì e quando ne abbiamo bisogno la prenotiamo: l’avremo disponibile dopo 33 giorni solari (quindi, si conta di preciso a partire dal momento in cui prenotiamo la somma). Cosa succede nel frattempo in questi 33 giorni? L’interesse continua a maturare anche durante questo lasso di tempo.

Possiamo sfruttare, quindi, la doppia corsia: Conto One e Conto Free.

contoone

E’ nostra scelta decidere quando farci liquidare gli interessi, se subito o dopo. La liquidazione anticipata, solitamente, è preferita dato che libera subito alcune somme per poterle ri-utilizzare, a differenza di quella posticipata.

nowup

Qui, avete a disposizione il calcolatore per stimare, sulla base della vostra disponibilità di capitale iniziale e delle opzioni che preferite, la remunerazione media.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.