Come valutare il guadagno di un investimento

Nel mondo degli investimenti, i maggiori dubbi vengono quando si cerca di capire quanto sia il guadagno e quale sia il rischio. Esistono decine di prodotti bancari e non che promettono di far guadagnare senza richiedere azioni o impegno da parte del risparmiatore, se non l’investimento di una determinata cifra. La maggior parte delle volte, purtroppo, gli effettivi vantaggi e guadagni non sono mai comunicati in maniera semplice e diretta. Ci si trova così, spesso, a vedere i propri guadagni decurtati di spese e costi che non ci erano stati dichiarati esplicitamente all’inizio. Tutti siamo in grado, infatti, di capire la differenza che c’è tra una cifra netta e una lorda, ma ovviamente abbiamo bisogno che qualcuno ci dica, in maniera chiara, come calcolare il peso delle tasse e dei costi sul guadagno futuro. Volendo focalizzarci solo su investimenti sicuri e garantiti, consideriamo il conto deposito.

Bene, se ti stai chiedendo cosa è un conto deposito, continua a leggere e sicuramente troverai la risposta alla tua domanda. Il Conto Deposito è una forma d’investimento sicuro che garantisce elevati rendimenti sui capitali versati, può essere aperto sia online che in modo tradizionale, ma gli unici movimenti possibili sono quelli di prelievo e versamento verso dei conti predefiniti. Ci sono diverse tipologie di Conto Deposito, come quelli Liberi, che permettono di prelevare le somme depositate e poi ci sono quelli Vincolati, che non permettono di prelevare le somme versate prima di una data scelta da te in fase di apertura. Ovviamente, come puoi immaginare, diversi sono i fattori che determinano il reale rendimento. Ad esempio se scegli un conto vincolato, riceverai un trattamento migliore dalla banca che avrà la certezza del tuo investimento per un periodo di tempo e ovviamente più lungo sarà il tempo che sceglierai di vincolare le tue somme, più alto sarà il tasso di rendimento che ti verrà corrisposto.

Ora che sai in linea di massima come funziona questo investimento, devi sapere che non è sufficiente confrontare i tassi che le banche ti propongono per capire quale offerta ti garantisce un rendimento maggiore, ma devi leggere tra le righe dei vari fogli informativi per capire se e quali costi sono compresi o a carico tuo. Un esempio fra tutti è l’imposta di bollo. Questo costo è una tassa applicata sulle giacenze dei conti deposito, ed è pari allo 0,20% annuo. Se l’imposta di bollo non è a carico della Banca, quindi, l’importo ti sarà decurtato dagli interessi maturati, facendo ovviamente diminuire il tuo guadagno netto. Per fare un esempio possiamo considerare che, su un deposito di 10.000 euro, l’imposta di bollo sarà pari a 20 euro l’anno.

Conto Deposito quanto guadagno?

Fortunatamente la maggior parte delle banche dispone di un simulatore che ti permette facilmente di rispondere alla domanda inziale, come sul sito di Conto Esagon. Ti basterà, quindi, prestare attenzione e non avrai brutte sorprese nel momento in cui riceverai i tuoi interessi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.