E’ boom di mutui: +86% in 8 mesi

mutuiQuest’anno, il mercato dei finanziamenti ha riscontrato un evidente rialzo rispetto allo scorso anno: +86% in 8 mesi. Perciò, è certo che il 2015 si sta dimostrando decisamente differente dal 2014 e che le banche continuano a erogare credito alle famiglie e alle imprese in maniera sempre più costante. Qualcosa sta cambiando e a dirlo è proprio l’Abi, l’Associazione Bancaria Italiana, che si occupa mensilmente di aggiornare i dati e le statistiche prendendo in considerazione l’80% degli istituti bancari presenti in Italia. La maggior parte delle erogazioni effettuate nel 2015 sono servite agli italiani per acquistare delle proprietà immobiliari, ma questo non è tutto. A questo proposito, ecco una panoramica dettagliata su quello che sta accadendo nel mercato dei finanziamenti e nel nostro Paese.

Precisamente, si parla di un 86.1% in più rispetto ai primi due quadrimestri del 2014. Un risultato interessante e importante sia per gli istituti di credito che per le famiglie italiane. Questo risultato si concretizza in un totale di 28,920 miliardi erogati solo quest’anno, mentre invece l’anno scorso sono stati poco più della metà. Questo incremento potrebbe essere dovuto ad un vero e proprio inizio di ripresa dalla crisi e anche al fatto che molti italiani hanno ottenuto un contratto di lavoro a tempo indeterminato, e quindi hanno potuto richiedere un finanziamento o accendere un mutuo per comprare una nuova o prima casa. Altri motivi per il quale questo sta accadendo potrebbero identificarsi nelle nuove proposte di finanziamento che si presentano decisamente più vantaggiose e nel progresso tecnologico. Infatti, molti italiani hanno utilizzato il web per richiedere i prestiti e anche per cercare i finanziamenti giusti. Non a caso, esistono dei validi portali come Facile.it all’indirizzo www.facile.it/mutui.html, che danno la possibilità di comparare le offerte delle varie finanziarie, fino a permettere di scegliere quella più conveniente e perfetta per le proprie esigenze e contattare l’istituto finanziario direttamente dal web.

Perciò, approfittando delle nuove tecnologie, gli italiani hanno avuto modo non solo di trovare la proposta di finanziamento o di mutuo ideale, ma hanno anche risparmiato tempo e denaro nella fase di richiesta: effettuando la richiesta tramite internet, è possibile velocizzare i tempi di analisi e di accettazione, evitando appuntamenti o lunghe code in banca o nelle finanziarie. Quindi la tecnologia ha certamente influenzato questo aumento delle richieste e delle erogazioni, insieme a molti altri fattori positivi che si stanno presentando negli ultimi tempi.

Analizzando bene i dati, possiamo evincere che i mutui per le case erogati nei primi due quadrimestri del 2015 sono pari al 29% di tutte le richieste effettuate, superando anche i crediti erogati nello stesso periodo del 2013 e del 2012. Anche nel campo delle compravendite è stato riscontrato un rialzo dell’8%, solo nel secondo trimestre. Ovviamente, si tratta di dati molto inferiori rispetto a quelli dei finanziamenti, ma è comunque un dato positivo. Tuttavia, non è stato semplice effettuare delle precise comparazioni in questo ambito, in quanto si parla di risultati relativi a periodi dell’anno non coincidenti e anche perché sarebbe difficile risalire alle transazioni effettuate in denaro contante.

Ad ogni modo, è utile sapere che oltre ai mutui erogati, anche le imprese hanno ritrovato il coraggio di investire nelle loro attività e di richiedere dei validi finanziamenti. Infatti, per le aziende si regista un incremento dei prestiti pari al 15,9%, sempre relativo ai primi due quadrimestri del 2015 e in comparazione con lo stesso periodo del 2014. Per quanto riguarda i finanziamenti relativi al consumo, è stato invece riscontrato un rialzo del 27,2%. Infatti, quest’anno gli italiani hanno comprato anche molti veicoli, stipulando sia prestiti finalizzati che prestiti personali.

Si tratta decisamente di importanti percentuali che fanno pensare davvero ad un’imminente uscita dalla crisi economica. Purtroppo, non è ancora possibile effettuare delle precise previsioni e capire se questo potrà definitivamente essere il momento decisivo per la ripresa dell’economia italiana. Ma ad ogni modo, è opportuno essere positivi non solo pensando ai dati registrati quest’anno, ma anche alla comparazioni con le scorse annate che dimostrano un incremento costante e un netto e definitivo rialzo precisamente quest’anno.

Inoltre, è opportuno pensare che le banche stanno iniziando da un po’ di tempo a proporre delle condizioni molto più accessibili e si stanno rivelando molto più malleabili nelle fasi di accettazione, anche quando si tratta di persone che hanno da poco ottenuto un contratto di lavoro. Per tutti questi motivi, possiamo dire che decisamente è un momento positivo e adatto per richiedere un finanziamento o un mutuo per l’acquisto di una casa, al fine di cambiare il proprio presente e iniziare a lavorare per crearsi un futuro migliore.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.