La Banca Ifis è sicura?

Banca Ifis è sicura

Cerchiamo di capire se realmente Banca Ifis è sicura

Come leggiamo sul sito Internet del gruppo, Banca Ifis è un operatore indipendente del mercato, nato per garantire supporto finanziario alle imprese, soprattutto quelle di medie e piccole dimensioni, attraverso finanziamenti a breve e medio termine e soluzioni finanziarie per la gestione dei crediti commerciali. Quotata in Borsa nel segmento STAR, Banca Ifis vanta una notevole conoscenza del panorama imprenditoriale italiano e una forte flessibilità nella concessione dei prestiti.
In continua crescita, il gruppo conta 25 sedi in Italia, una sede a Varsavia, vari Uffici di Rappresentanza a Bucarest e a Budapest e accordi con oltre 200 banche all’estero. Entrando nel sito appositamente dedicato, e accedendo alle informazioni relative all’ubicazione delle varie filiali italiane, potrete scoprire lo sportello più vicino a voi. Disponendo infatti di più di 100 risorse dedicate, Banca Ifis garantisce una relazione diretta e attenta al cliente.
Cercheremo di scoprire allora, in questo articolo, quanto Banca Ifis è sicura e quanto, in un momento di incertezza come questo, convenga affidarsi ad essa.

Pochi dubbi: Banca Ifis è sicura

Nonostante si tratti di un istituto di piccole dimensioni, Banca Ifis è sicura e decisamente solida e il suo conto principale (ci riferiamo a Rendimax) è garantito dal Fondo Interbancario di tutela dei depositi (significa che i depositi fino a 103.291,38 euro sono privi di rischi).
Inoltre, tale conto di deposito ha vantato tassi di interesse pari anche al 4,75% lordo, cosa che lo ha reso straordinariamente vantaggioso.

Attualmente non risultano pareri contrastanti da questo e sembrerebbe proprio vero che Banca Ifis è sicura. Il nostro consiglio è comunque sempre quello di vagliare attentamente l’offerta di ogni singolo prodotto bancario in base soprattutto a quelle che sono le specifiche esigenze personali.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>